War Photo Limited: la guerra jugoslava in mostra a Dubrovnik

A Dubrovnik una galleria con le foto della guerra jugoslava e altri conflitti, per imparare a difendersi da intolleranza, violenza e nazionalismo

Quando sono andata a Dubrovnik questa estate sono stata felicissima di scoprire War Photo Limited, un spazio espositivo di fotogiornalismo di guerra. Si trova nel centro storico, perfetto per unire lo splendore della città di oggi alle sue tormentate vicende storiche.
Dubrovnik infatti, come il resto della Croazia, è stata travolta dalla guerra jugoslava degli anni Novanta. Viaggiare per me significa questo: non solo lustrarsi gli occhi con bei palazzi e belle spiagge, ma capire davvero dove si è, immergersi il più possibile nella cultura, nella storia di quella terra. E una guerra non si scorda mai.

War Photo Limited Dubrovnik
Padre e figlio serbi posano in un territorio appena occupato / foto Ron Haviv VII

Non so che percezione abbiate voi della guerra nella ex Jugoslavia, ma nella mia mente i video e le foto dei tempi sono indelebili, con lager e prigionieri ridotti pelle e ossa come nell’olocausto. In più, l’ho sentita molto vicina perché mia cognata è croata. È arrivata in Italia poco prima che scoppiasse il conflitto, e ho vissuto la paura e l’ansia per la sua famiglia. Visitare il War Photo Limited per me è stata una delle esperienze più profonde di tutto il viaggio in Croazia, e che vi consiglio vivamente.
Alla guerra jugoslava è dedicata una mostra permanente al secondo piano. Lo spazio espositivo infatti si sviluppa su due livelli per un totale di 350 m2, con altre mostre temporanee di fotoreporter che coprono conflitti attuali e recenti (Gaza, Ucraina, Siria e via dicendo). Ora per esempio fino al 31 ottobre ci sono gli scatti di Tim Page sulla guerra in Vietnam.

War Photo Limited Dubrovnik
Lo spazio espositivo (fonte foto: War Photo Limited)

L’obiettivo di War Photo Limited è a dir poco lodevole: vuole educare il pubblico nell’ambito della fotografia di guerra, mostrando la guerra esattamente per lo schifo che è, “cruda, venale, spaventosa, concentrandosi sulle ingiustizie che infligge sia agli innocenti sia a chi la combatte” come si legge sul sito web. Vuole rendere comprensibile l’intolleranza, la violenza e il nazionalismo che portano al conflitto. E in un periodo come questo, in cui si rischia di fare l’abitudine a immagini di bambini ammazzati, barconi in mezzo al mare e frasi razziste di politici idioti (ricordo che il mio blog è “politically Scorrect”), progetti come questo sono un meraviglioso faro nella notte.

War Photo Limited Dubrovnik
Kosovo 1999 – Albanesi sfollati si rifugiano nei boschi mentre l’esercito jugoslavo brucia il loro villaggio / foto Alexandra Boulat

Ci sono diverse foto di Dubrovnik: durante la guerra fu attaccata via terra, mare e cielo, fu assediata per mesi, privata di luce, acqua e gas, fu bombardata e contò molti morti. Quando dopo la mostra si torna a camminare nel centro storico della città di oggi, piena di turisti e di vita, sembra davvero impossibile che tutto ciò sia accaduto davvero. Ma è successo.
E le immagini della galleria certo non sono facili da guardare. Alcune colgono dei dettagli toccanti ma altre vanno dritte al punto e possono disturbare. Però ripeto, parliamo di un pezzo di storia importante e secondo me, in un viaggio in Croazia ma anche per la propria cultura personale, vanno viste.

War Photo Limited Dubrovnik
Dubrovnik 1991 – Il centro storico brucia dopo una raffica di artiglieria serba / foto Jon Jones

Le immagini sono scattate da fotoreporter di guerra che seguivano il conflitto in Croazia, Kosovo, Bosnia ed Erzegovina. Completano il tutto dei video multimediali.
In aggiunta, ci sono brochure ben fatte in cui viene spiegato tutto, e pure in lingua italiana (non sono contenti della traduzione, ma ce ne facciamo una ragione). Oltre alle didascalie di tutte le foto con descrizioni dettagliate, viene spiegato anche come si è svolta la guerra nei vari Paesi della ex Jugoslavia, così da avere un’idea ben precisa di quello che è successo, delle fasi, dell’escalation e della fine del conflitto. Un’esperienza toccante, che scuote, ma viaggiare è consapevolezza a mio modesto parere. E una guerra secondo voi si dimentica in vent’anni?
Un grandissimo grazie per la sua gentilezza a Wade Goddard, il curatore di War Photo Limited.

War Photo Limited Dubrovnik
Albania 1999 – Un rifugiato albanese del Kosovo arriva a Kukes / foto Claus Bjorn Larsen

INFO UTILI

Dove
Antuninska Ulica 6, 20000 Dubrovnik

Orari
Aprile e ottobre 10 – 16, martedì chiuso
Da maggio a settembre ogni giorno 10 – 22

Ingresso
Intero 50 kune (circa 7 euro al cambio attuale), ridotto 40 kune (circa 5 euro) per gruppi di almeno 10 persone e studenti.

Info: wpl@warphotoltd.com

4 commenti Aggiungi il tuo

  1. Luca ha detto:

    Condivido con te il fatto che se vedi una città, devi conoscerla in tutti i suoi aspetti, anche quelli più tragici. Detto ciò, il tuo resoconto è (come sempre, del resto) ben fatto, e le foto rendono molto bene l’idea l’idea del museo che hai visitato. Buon pomeriggio, un abbraccio. ❤

    "Mi piace"

    1. Grazie Luca, ti devo assumere come “aumentatore” di autostima 😊 Ci ho passato 2 ore, le foto sono davvero tante e molto ma molto belle.

      Piace a 1 persona

      1. Luca ha detto:

        Al tuo servizio! 🙂 Posso immaginare che non sia stato un lavoro semplice; conosco le tue foto, per averle viste spesso, la qualità è superlativa, i posti bellissimi, e mi rendo conto che vorresti metterle tuutte, ma devi pur fare una cernita. 😉

        "Mi piace"

      2. Il manager del WPL mi ha mandato proprio quelle che mi hanno toccato di più! Il bambino che piange è allucinante visto nell’originale, e anche Dubrovnik in fiamme 💔

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.