Nuova avventura: due settimane in ostello a Budapest

Ebbene sì, finalmente un’altra avventura sta per iniziare! Settimana prossima partirò per andare a lavorare fino a metà gennaio in un ostello a Budapest come volontaria tramite Workaway, la community che permette di trovare lavoro ovunque nel mondo in cambio di vitto e alloggio. Già un paio di mesi fa ho prenotato il volo per la capitale ungherese, all’apice di un periodo tremendo in cui solo un viaggio avrebbe potuto salvarmi, ma di questo abbiamo già parlato. Avevo bisogno dell’adrenalina da partenza, di riprendere il controllo della mia vita, e ora che mancano pochi giorni comincio a scalpitare.

Onestamente non ricordo l’ultima volta in cui ho passato il capodanno all’estero. Odio il freddo, odio l’inverno e odio i prezzi astronomici dei voli durante le vacanze natalizie, ma ormai la mia dipendenza da viaggio è ai massimi livelli, non ho tenuto a freno le dita e ho scritto un po’ di mail per trovare un host su Workaway, fino a quando mi ha accettato un ostello a Budapest.

ostello a budapest

Avevo solo due settimane a disposizione, troppo poco perché in genere chiedono almeno un mese, ma sono stata fortunata e mi ha risposto il Budapest Budget Hostel che per quel periodo aveva bisogno di una persona che si occupasse dei social network. Incredibilmente, niente più letti da rifare e cessi da pulire per me! Il mio compito sarà quello di fare foto e video della città e dell’ostello da postare su Facebook e Instagram.

Mi ha spiegato tutto Vera, la fidanzata del proprietario. È stata super gentile e anche super professionale. Nelle mie esperienze precedenti con Workaway in Irlanda, Danimarca e Romania, mi davano l’ok e poi era già tanto se ricordavano la data del mio arrivo, mentre per acchiapparmi la posizione che mi offriva Vera ho dovuto mandarle un video in cui mi presentavo, spiegando quali erano le mie esperienze, i progetti che avevo in mente per il canali social dell’ostello e così via.

Il mio entusiasmo le è arrivato a dovere, mi ha dato la conferma e mi ha inserito subito nel gruppo dello staff su Facebook. Ci saranno infatti altri ragazzi a lavorare con me, e sono pronta per buttarmi nel consueto frullatore internazionale! Avremo un dormitorio in ostello solo per noi, condivideremo la cucina, i bagni, tutto come al solito insomma, una nuova grande famiglia per un breve periodo ungherese! Sono stra curiosa di tornare a Budapest, ci sono stata mille anni fa durante una gita scolastica, ho detto tutto! Voglio raccogliere un sacco di materiale per darvi tutte le dritte possibili su cosa, dove, come, quando e, soprattutto, perché!

Cosa mi aspetto? Mi aspetto una città elegante ma con quel fascino decadente che fa la differenza. Mi aspetto una città viva e vissuta che brilla ancora dei fasti imperiali. Mi aspetto di sciogliermi nei bagni termali, e di farmi scaldare l’anima da una cucina raffinata e sostanziosa. Mi aspetto delle passeggiate da favola lungo il Danubio e mille cimeli comunisti nei mercati delle pulci. Mi aspetto tanto, ma in realtà non mi aspetto nulla. Probabilmente non succederà niente di tutto questo, ma succederà molto altro, ed è questa la parte più bella del viaggio. Sono aperta a quello che verrà: emozioni magiare, fate di me ciò che volete!

Photo credit apertura: andryn2006 on Visualhunt / CC BY-SA

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. pikaciccio ha detto:

    interessante …. ma ti prendo anche se hai piu di 40 anni ‘????
    ciaooo

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...