E finiamola di essere le nostre peggiori nemiche

Ebbene sì, è proprio questo che succede, non sempre ma spesso: noi donne sappiamo essere le peggiori nemiche di noi stesse. Chiedo scusa se mi approprio di questo “noi” parlando per tutte, qualcuna sicuramente non si identificherà con quello che scrivo, ma uso il plurale perché ho tante amiche, mi incuriosisce l’animo umano e parlo anche coi muri, per cui qualche somma l’ho tirata.

Ma partiamo da Adama ed Eva. Ogni tanto non vorreste essere nate maschie? Io sono nata femmina e ne sono fiera, onestamente credo che sotto molteplici punti di vista siamo creature superiori rispetto agli uomini. Siamo molto più autonome, soprattutto in una società che produce mammoni a ripetizione (educati da noi donne a essere così, sia ben chiaro). Con il fatto che siamo nate per accogliere nel nostro corpo un altro essere siamo mille volte più empatiche (esatto, l’empatia, questa sconosciuta che ci fa mettere nei panni altrui e condividerne le emozioni). Senza parlare poi del nostro spirito di sacrificio, dell’essere multitasking e del saper risolvere i problemi più velocemente.

Ma il vero pezzo forte della nostra superiorità sta nella sensibilità e, di riflesso, nell’emotività. E non parlo di quei giorni di pre ciclo in cui sgozzeremmo un agnello con l’unghia del mignolo, parlo del sentire moltiplicato al cubo la forza dei sentimenti.
Ed è proprio questo che spesso mi porta a invidiare i maschi. Loro sono lineari, è tutto nero o bianco: sì o no, amore o sesso, interesse o fottesega. Noi invece vediamo le mille sfaccettature, le scale di grigio, tutto quello che sta nel mezzo fra il sistema binario 0 e 1. E se da una parte è la nostra marcia in più, dall’altra è la nostra disgrazia.

le nostre peggiori nemiche
Photo by Johnson Cameraface on Visualhunt / CC BY-NC-SA

Proprio questa sensibilità spesso non ci fa vivere in scioltezza quello che succede, ma ci spinge a ragionamenti labirintici su noi stesse e il resto del mondo. Farci troppe domande porta a perdere il focus sulla cosa più importante: fare quello che ci fa star bene. Pensare al giudizio degli altri, che siano i genitori, un ragazzo, gli amici, i colleghi, ci allontana dal nostro cuore e dal nostro istinto.
Questo è il rischio vero, non fidarci di noi stesse ed essere spettatrici, e non protagoniste, della nostra vita. Mettiamo in dubbio i nostri sentimenti più veri che sono la guida migliore per fare la scelta giusta. Ci tiriamo la zappa sui piedi insomma, certo cadiamo e poi ci rialziamo, ma nel mentre abbiamo perso l’attimo che conta.

Sono mille gli esempi di come possiamo ribaltare qualsiasi situazione a nostro vantaggio. Se invece di dire “parto o non parto da sola” (perché mamma va in ansia, perché ci sentiamo delle povere zitelle ecc ecc), pensassimo all’intraprendenza di fare un’esperienza che in pochi prendono in considerazione? Se invece di ragionare sul darla o non darla, pensassimo che siamo noi che ce lo prendiamo? Se invece di cercare la diplomazia con una collega che si diverte a farci sentire una nullità, rispondessimo a tono perché i piedi in testa li mette a sua sorella? A volte ci boicottiamo senza rendercene conto, forse pensiamo di non meritare stima o, peggio ancora, felicità.

È solo una la cosa che fa la differenza: il punto  di vista. Il famoso bicchiere mezzo pieno e mezzo vuoto. Io ho fatto mille errori, continuo a farne cento, ma ho capito qual è il problema alla fonte e ci sto lavorando. Sto imparando ad amarmi di più e a riconoscere le mie conquiste. E soprattutto a perdonarmi, perché Wonder Woman è una gran figa ma è un personaggio dei fumetti, vivesse anche lei nella vita reale e poi vediamo.
Magari questo mio pensiero è solo mio e nessuna lo condivide, ma vi prego ditemi che anche a voi il cervello non si ferma mai, che analizzate tutto e tendete sempre a giudicarvi, così oltre a essere una grande famiglia di viaggiatrici solitarie, siamo anche le guerriere delle seghe mentali (proprie e personali). Ma puntiamo alla vittoria, sempre e comunque.

5 commenti Aggiungi il tuo

  1. pikaciccio ha detto:

    brava … hai centrato il punto

    Liked by 1 persona

    1. … quindi non sono solo io?!?!?! 😅

      Liked by 1 persona

      1. pikaciccio ha detto:

        Si Pika tanto

        Mi piace

  2. chiara ha detto:

    Cavolo quanto è vero!! eccomi! nemica numero 1!!!
    Quanto invidio gli uomini,con i loro pensieri lineari.. si cmq anche io volevo nascere maskia!! ahahaha Non ti preoccupare non sei sola :*

    Mi piace

    1. Oddio che bello grazieeeeee😂

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...