A Milano la natura del Wildlife Photographer of The Year

Una mostra che ci ricorda quanto è meraviglioso il nostro pianeta, e quanto dobbiamo proteggerlo: il regno animale e la natura selvaggia vi aspettano a Milano al Wildlife Photographer of the Year

Questo è uno degli appuntamenti milanesi che amo di più in assoluto: Wildlife Photographer of the Year è fra le mostre di fotografie naturalistiche più prestigiose al mondo, e in Italia fa tappa ogni anno nella mia città. Mi ricordo la mia prima volta, ho passato ore completamente immersa nella natura selvaggia!
L’esposizione (organizzata dall’Associazione Culturale Radicediunopercento) ha come protagonista la Terra, con i suoi animali e i suoi paesaggi: indomita e indifesa, maltrattata e crudele, è colta nella sua incredibile diversità. Ma soprattutto, viene presentata in tutta la sua fragilità, testimoniando lo sfruttamento e l’urgenza di proteggerla e tutelarla.
La mostra è iniziata il 6 ottobre e terminerà il 10 dicembre, perdonate il ritardo del post ma non sono riuscita ad andare prima (in fondo trovate tutte le info).

Wildlife Photographer of The Year
© Sam Hobson

Ma spieghiamo bene di cosa si tratta: le immagini sono quelle premiate al concorso di fotografia indetto dal Natural History Museum di Londra. Parliamo di 100 scatti realizzati da fotografi professionisti e non, selezionati fra ben 50.000 da una giuria internazionale di esperti. Le immagini sono suddivise in 16 categorie, e per questa 52a edizione l’Italia vanta ben 8 premiati, tra vincitori di categoria e finalisti.
Io adoro le didascalie e i testi che raccontano come è nato lo scatto, la storia che ci sta dietro e la passione per i soggetti (come non passare ore immersi nelle acque gelide per immortalare chissà quale astruso animale?) insieme a dati di carattere scientifico sulle specie fotografate. Ma non solo: ci sono tutti i dettagli tecnici, perfetti per chi ama non solo guardare gli scatti ma anche farli.

Wildlife Photographer of The Year
© Fortunato Gatto

La mostra inizia con il massimo riconoscimento, il Wildlife Photographer of the Year, andato all’americano Tim Laman per la foto di un orangutan nel Borneo della foresta pluviale indonesiana: è in via di estinzione a causa della perdita del suo habitat e del commercio illegale di animali da compagnia (chi continua a comprare prodotti che contengono olio di palma, LA FINISCA!).
Il sedicenne inglese Gideon Knight ha vinto invece il Young Wildlife Photographer of the Year con l’immagine fiabesca “La luna e il corvo”, ripresa nel parco vicino alla sua casa di Londra, tra i ramoscelli di un albero che si stagliava contro la luna piena. Come dire… non bisogna andare dall’altra parte del mondo per scattare belle foto!

Wildlife Photographer of The Year
© Tim Laman

Oltre a questi due pesi massimi, il percorso illustra tutte le immagini vincitrici e finaliste divise per sezioni: Diversità sulla Terra, Design della Terra, Ambienti Terrestri e Documentario. A me personalmente quest’anno hanno emozionato più di tutte le foto dei giovani talenti fino a 10 anni, da 11 a 14 anni e da 15 a 17 anni nella sezione Primi scatti. Come non sciogliersi di fronte a tanta passione già a quell’età!

Wildlife Photographer of The Year
© Mikhail Shatenev

INFO UTILI

Dove
Fondazione Luciana Matalon
F
oro Buonaparte 67, Milano (fermata metro Cairoli)

Orari
Tutti i giorni ore 10 – 19
Venerdì ore 10 – 22
Chiuso Lunedì

Ingresso
Intero 9 euro, ridotto 7 euro + tessera associativa 1 euro

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. pikaciccio ha detto:

    ragazzi che belle immagini

    Liked by 1 persona

    1. Belle belle belle, se riuscite andate!🦁

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...