Puglia: perché andare a Bitonto? Per 20 ragioni


La prima ragione per visitare Bitonto è, semplicemente, perché in Puglia non esistono solo il Salento, Polignano a Mare, Alberobello e Ostuni! Eddai, usciamo dai percorsi più battuti per scoprire alternative meno turistiche ma altrettanto meritevoli!
E il fatto che Bitonto sia ufficialmente candidata a Capitale Italiana della Cultura 2020 spero stuzzichi il vostro travel-appetito!
Ora vi sfodero le 20 mie ragioni per andare a Bitonto, una per una, partorite dopo un viaggio stampa di 4 giorni alla scoperta del territorio insieme a guide turistiche, un agente di viaggio, un Maestro fotografo e tanti altri personaggi indimenticabili.

1 – Perché bisogna rendere omaggio al suo centro storico: da malfamato e solitario dedalo di viuzze qual era, ormai da anni è “tornato” ai cittadini che lo popolano e lo vivono in tutta la sua bellezza. Antichi palazzi in pietra chianca che trasudano storie di vita e di fede, panni stesi, fiori e piante ovunque, gente seduta fuori dall’uscio a chiacchierare: a Bitonto il Sud vi accoglie in tutto il suo calore.

2 – Perché è un must darsi appuntamento a Porta Baresana (L’orologio, per gli intimi), luogo prediletto per gli incontri e accesso principale ai tesori del centro storico. Prima però, un caffè seduti in piazza al bar Sale in zucca, per vedere lo struscio quando la calura lascia il posto a temperature vivibili. Allora Bitonto si trasforma in un fiume di anime che si riversa in strada fino a tarda notte.

andare a bitonto

3 – Perché la spiaggia più vicina, a Santo Spirito, dista soli 6 km! Prima passate alla Pescheria punto mare e ordinate un pranzo leggero-leggero da gustarvi guardando le onde, magari un semplice risopatatecozze accompagnato da una frittura di pesce con anelli di totano, scampi e polipi. Il tutto annaffiato dalla birra Peroni. Così, tanto per sentirvi bitontine vere.

4 – Perché un salto a Il Forno Antico in Piazza Minerva, datato 1200,  è un appuntamento imperdibile con la tradizione culinaria pugliese: non solo una focaccia alla barese con pomodori e olive da urlo, ma anche i tipici taralli e i picciuatelli (tocchetti fatti con la stessa pasta). La cottura avviene al fuoco della legna di ulivo. Ancora oggi le famiglie portano a infornare le proprie leccornie, come da antica tradizione.

andare a bitonto

5 – Perché la Cattedrale di Bitonto è uno dei massimi esempi del romanico pugliese. L’inizio della sua costruzione risale al 1080, prima ancora della Basilica di San Nicola a Bari. Sotto di sé nasconde una basilica paleocristiana del VI secolo, e resti di abitazioni greco-romane ancora più antiche. Una matrioska di storia insomma.

6 – Perché potete gustarvi la Cattedrale in tutto il suo bianco candore, sedendovi proprio in piazza a uno dei tavolini di Lilò Norcineria. Le pizze sfoderano gli abbinamenti più particolari: vi sfido a finire prima gli antipasti, che vanno dal prosciutto crudo ubriaco con fichi, alle verdure fritte e lo speck di cinghiale. Il pane è la fine del mondo.

7 – Perché a 13 chilometri da Bintonto c’è quel gioiellino di Giovinazzo, un borgo che vanta un bellissimo lungomare inaugurato pochi mesi fa, un piccolo porto peschereccio e, passato l’Arco di Traiano, un delizioso centro storico dove ammirare antiche chiese e palazzi nobiliari. Sedersi sul molo a gustarsi il panorama è un dovere verso voi stesse.

andare a bitonto

8 – Perché volendo, Giovinazzo si può raggiungere comodamente in macchina oppure, per chi ama gli sport all’aria aperta, in bicicletta passando in mezzo agli uliveti. Se poi le bici si possono noleggiare gratuitamente da Velbike è ancora meglio! Tra un assaggio di mandorle e gelsi, si può apprezzare la natura selvatica della campagna bitontina a mani nude. 

9 – Perché nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia (circa 69.000 ettari che toccano le provincie di Bari e di Barletta-Andria-Trani) non solo si sta a contatto con la natura e si possono visitare pezzi forti del turismo pugliese, come ad esempio Castel del Monte, ma si può mangiare in masserie dove riprendere i chili appena persi in bicicletta!

10 – Perché proprio qui si trova La Ferrata, agriturismo con la “A” e masseria didattica. A pranzo propone quello che la terra e i suoi animali offrono letteralmente a una manciata di metri (o chilometri) da voi: frutta, verdura, olio, carne, formaggio, vino. Dopo una passeggiata nei 50 ettari a caccia di erbe spontanee e una chiacchierata con la cavalla, il cervello se ne va (finalmente) in folle.

andare a bitonto

 

11 – Perché bisogna scoprire le leggende che ruotano intorno al bocconotto, dolce tipico con un ripieno di ricotta servito con una spolverata di zucchero a velo, e i sospiri di monache, fatti di pan di spagna e crema chantilly a forma di tetta. Andate da Boccabò e verrete iniziate al sapere gastronomico locale. Marito e moglie si prodigano per deliziare il palato su ordinazione

12 – Perché non ha prezzo restare senza fiato quando si varca la soglia del Palazzo Sylos-Vulpano. Nel silenzio della loggia si fa un tuffo nel passato di questo edificio rinascimentale, avvolto da un fascino senza tempo. Acquistato da un privato, è in fase di ristrutturazione ed è visitabile su richiesta. Nella Stanza degli amori, naso in su a guardare affreschi del Cinquecento.

andare a bitonto

13 – Perché la Chiesa di San Leucio, costruita a più riprese tra i secoli XI e XIII e ora sconsacrata, si affaccia su una piccola e deliziosa corte medievale, che da sola varrebbe una visita. Basta girare l’angolo per trovarsi in un salotto bitontino con tavole apparecchiate, panni stesi e fiori.

14 – Perché una bella sbiciclettata nella Lama Balice, parco naturale definito “urbano” proprio per la sua vicinanza a Bitonto e a Bari, rimette la coscienza in equilibrio dopo i chili di meraviglioso cibo ingurgitati. Parliamo di quasi 500 ettari di estensione e 37 km di lunghezza.

15 – Perché nei Giardini Pensili della chiesa di San Francesco della Scarpa, costruita a cavallo fra 1200 e 1300 e affacciata proprio sulla Lama Balice, in estate si organizzano spettacoli teatrali e altri eventi che vi trasportano in un universo parallelo. Gli alberi offrono gratuitamente quintali di gelso da leccarsi i baffi.

16 – Perché nell’annesso Seminario della chiesa appena nominata si trova il Museo Diocesano, il più grande del Sud Italia. Qui sono in mostra, oltre ad antichi dipinti, anche arredi e parimenti liturgici, e splendidi busti lignei di santi protettori con cui viene voglia di fare due chiacchiere. La sindrome di Stendhal è assicurata. In fase di ristrutturazione, dovrebbe essere riaperto a settembre/ottobre.

andare a bitonto

17 – Perché al Teatro ‘Tommaso Traetta’, intitolato al bitontino compositore della Scuola napoletana nato nel Settecento, si vive l’emozione di un palco a un palmo dal naso. Lasciatevi travolgere dagli eventi in questa atmosfera intima e raccolta. Di fronte, la Libreria del Teatro è uno dei cardini degli eventi culturali cittadini.

18 – Perché Bari, capoluogo della regione, si trova a una manciata di chilometri e a soli 25 minuti di treno. La città antica, la cosiddetta Bari Vecchia, è una fonte senza fine di scorci da cartolina. Per non parlare del lungomare. E mangiatevi un panzerotto da Mattarello in Via Bozzi 24, giusto per camminare a pancia piena, e se non siete paghe, tornate a Bitonto lo trovate anche lì!

andare a bitonto

19 – Perché a poche decine di chilometri da Bitonto ci sono molte altre mete interessanti, come Terlizzi, detta la Patria dei fiori lungo la Via Appia, Gravina di Puglia e Altamura, fino a sconfinare in Lucania, direzione Matera. Come non andare a vedere i Sassi?

20 – Perché non si può perdere una cena a Il plancheto cafè, a detta di molti il miglior ristorante cittadino. La cuoca si destreggia in piatti raffinati che abbinano sapientemente i sapori locali. Da provare i tubettoni con cozze, pomodorini e asparagi di mare.

 

CONSIGLI DI VIAGGIO

Come arrivare
L’aeroporto più vicino a Bitonto è quello di Bari, lontano pochi chilometri. Da qui si può raggiungere la cittadina in treno (la stazione è a 5 minuti a piedi dal centro storico). Controllate il sito della Ferrotramviaria. Come sempre, oltre all’aereo tener presente anche FlixBus e BlaBlaCar.

Dove dormire
Il Palazzo antica Via Appia è un’esperienza unica. Situata in pieno centro storico, a un passo dalla piazza della Cattedrale, è un’antica dimora trasformata in b&b che mantiene ancora la mobilia e l’oggettistica del passato. Il terrazzo, in cui fare lunghe colazioni in pieno relax, fa letteralmente toccare il cielo con un dito! Senza contare che una camera doppia costa solo 35 euro! In tutto ciò, io sceglierei questo b&b solo per Annamaria, cuore pulsante della struttura, che sembra uscita da un film anni Cinquanta in cui la vita è tutta un sorriso.

Per informazioni
Cooperativa Ulixes
Cooperativa ReArtù
A
genzia Lauretana Viaggi

 

 

 

4 commenti Aggiungi il tuo

  1. pikaciccio ha detto:

    interessante…. una meta da rivalutare … ciao

    Liked by 1 persona

    1. Assolutamente sì! A me piaciuta davvero molto.

      Liked by 1 persona

  2. giovanna zannella ha detto:

    Belli i contrasti cromatici tra l’azzurro intenso del cielo e il bianco delle chianche dei monumenti e poi, …mmm..magnifica la focaccia da infornare. Cosa dire, organizziamo una visita! Le descrizioni culinarie mi hanno convita e di sicuro i sapori dei cibi descritti saranno un piacere oltre che per la vista anche per il palato. Sono convita! La bellezza paesaggistica e storica unita al calore umano locale, riconosciuto da tanti viaggiatori, rafforzano la mia scelta: Bitonto , Giovinazzo…sarò dei vostri!

    Liked by 1 persona

    1. Sono contenta il mio entusiasmo sia arrivato a dovere! Vai vai vai!!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...