15 errori da non fare in viaggio

Anche se è difficile parlare di errori, perché ognuno ha il suo modo di viaggiare e non c’è nulla di giusto o sbagliato in assoluto, in effetti ci sono quelle piccole chicche che possono dare una marcia in più al nostro viaggio! Flessibilità, entusiasmo, apertura a quello che arriva e che va sono l’abc della viaggiatrice a mio modesto parere! Ecco alcuni consigli che arrivano dritti dritti dalla mia esperienza personale.

1 – VIVERE COME FOSSIMO A CASA NOSTRA
Questa è la prima regola in assoluto: dimentichiamo quello a cui siamo abituate. Viaggiare vuol dire sperimentare, conoscere il nuovo: se cerchiamo di creare lo stesso stile di vita che abbiamo a casa, cazzo partiamo a fare? Quindi vai di piedi scalzi nei templi, cesso alla turca e colazione con la sarsizza. Per la nostra routine abbiamo in media 11 mesi l’anno a disposizione.

2 – PENSARE CHE ANDRÀ TUTTO COME PROGRAMMATO
Neeeeeeee, errore grossolano anche questo: la flessibilità è la salvezza. In viaggio può succedere di tutto, come nella vita del resto. L’alloggio fa schifo? Ne cerchiamo un altro. Abbiamo perso il treno? Prendiamo quello dopo. Nervi saldi, calma zen e troviamo la soluzione, perché ce n’è sempre una. Ma soprattutto, non possiamo avere tutto sotto controllo quindi #facciamoceneunaragione!

3 – STARE ATTACCATE AL CELLULARE
Ennò, passare il tempo su WhatsApp, Messenger, Instagram e chi più ne ha più ne metta è deleterio per il nostro viaggio! A me succede, quando finisco in un bar con il Wi-fi gratis cedo alla tentazione.. e mille chat mi succhiano il tempo e non ci godiamo quello che succede intorno! Se proprio vogliamo diamo una controllata veloce, rassicuriamo famiglia/amici/fidanzati, ma dopo massimo 5 minuti the game is over!

4 – SEGUIRE L’ITINERARIO ALLA LETTERA
Ritorniamo al discorso flessibilità: prima di partire possiamo aver stabilito un programma di cose da vedere e fare, ma nulla ci vieta di cambiarlo. Parlare con i locali o con altri viaggiatori è il modo migliore per avere consigli utilissimi, e scoprire tutto ciò che non avevamo preso in considerazione. Possiamo tranquillamente rivoluzionare l’itinerario, basta non ascoltare le nostre chiusure mentali.

5 – PRENDERE SOLO AEREI
O i mezzi più veloci e turistici in generale. Ero in Thailandia, da Bangkok dovevo raggiungere le cascate di Erawan. All’andata ci ho messo un’ora con un minibus, al ritorno un treno che ce ne ha messe 3. Ma ho viaggiato con i bimbi in divisa che tornavano da scuola, le vecchine con le ceste cariche di verdure, e un pazzo che ha tirato il freno a mano per scendere e raggiungere gli amici al bar. Vuoi mettere?!

errori da evitare in viaggio

6 – NON USCIRE DAI CIRCUITI TURISTICI
È sicuramente molto comodo seguire gli itinerari più battuti, dove tutto è super organizzato e sappiamo di andare a botta sicura… a volte però basta svoltare per una viuzza oppure puntare la bussola verso un paesino meno noto, et voila appare qualcosa di magico, meno affollato e più vivibile. Fuggire dalla massa ci fa fare scoperte sorprendenti.

7 – SEGUIRE I CONSIGLI NEGATIVI
Esatto, quando ci dicono “ma quella città è tremendaaaaa” oppure “mah sì, un passeggiata come un’altra” può darsi invece si sveli ai nostri occhi una metropoli da urlo o un trekking indimenticabile. A me è successo con Cork in Irlanda ad esempio, erano più i giudizi negativi ma a me è piaciuta molto. I gusti son gusti, ognuno ha i propri, quindi se una curiosità ci solletica… appaghiamola!

8 – VISITARE TUTTO IN FRETTA
Ognuno ha il suo modo di viaggiare: chi vuole vedere tanto e in fretta, chi poco e bene. Un compromesso va trovato. Io sono decisamente della seconda scuola di pensiero. Ad ogni modo, è fondamentale capire quando concentraiamo troppe cose in troppo poco tempo. Ne vale davvero la pena? Riusciamo a gustare il viaggio se abbiamo uno schedule da ipertensione cronica?

9 – PENSARE SOLO A FARE FOTO
Questo è un errore che faccio sempre. La fotografia è una delle mie passioni, mi concentro su quello che guardo dall’obiettivo senza vedere veramente. Mi è capitato si scaricasse la macchina fotografica e mi sono mangiata le mani, ma sicuramente mi sono goduta in modo diverso quello che avevo di fronte. Fare quel paio di foto (anche tre o quattro) e poi viversi il momento, questo è il giusto equilibrio.

10 – TRASCINARSI LE ZAVORRE
Quando viaggiamo da sole, capita a volte di incontrare altri viaggiatori che ti si appiovrano. Le ragioni sono fondamentalmente due: credono che stiamo aspettando qualcuno che ci salvi dalla nostra solitudine (che invece siamo state noi a scegliere), oppure sperano che siamo noi a salvare loro. In entrambi i casi, se la compagnia non merita, scagliamola con tanta gentilezza e nessun senso di colpa.

11 – NON CHIEDERE INDICAZIONI
È tipico maschile, anche molte donne però lo fanno spesso. Ma qual è il problema? Orgoglio, volercela fare da sole? E se invece di girare come trottole per un’ora e mezza, ci mettessimo un terzo del tempo perché ci hanno dato la dritta giusta? A me sembra la scelta migliore. Non sono queste le situazioni in cui dobbiamo dimostrare qualcosa a noi stesse.

12 – AVERE UN ABBIGLIAMENTO INADATTO
E vero, ci piace sfoderare le mise più fighe, ma dobbiamo anche essere pronte per ogni evenienza, sia a livello climatico che ambientale. Dobbiamo sentirci sempre a nostro agio e comode: più lo saremo e più sarà facile andare alla scoperta di quello che ci sta intorno. Quindi ad esempio, per fare trekking niente espadrillas ma scarpe adatte. A proposito, leggete Solo bagaglio a mano, è una manna dal cielo.

13 – AFFIDARSI SOLO ALLA GUIDA TURISTICA
Io come ho detto più volte sono un’amante della Lonely Planet, ma non prendo quello che c’è scritto come oro colato: un bar/ristorante/ostello può non essere recensito da qualsiasi guida, ma ciò non significa non sia una valida scelta. Non dobbiamo leggere la guida come fosse una bibbia, ma seguire il nostro istinto e il gusto personale. E da qui ci riagganciamo al punto 4 e 6.

14 – PORTARE UN BAGAGLIO TROPPO PESANTE
Se è troppo pesante ci fa male alla schiena, e già solo per questo non va bene. Ma se è pesante significa anche che probabilmente è strapieno. Vuoi non avere un po’ di spazio per ficcarci dentro un quadretto del pazzo su Ponte Carlo a Praga? Un vasetto di balsamo di tigre malese? Un cappello del negozio più figo nel West Village? Per i ricordi di viaggio, anche quelli concreti, bisogna sempre trovare posto.

15 – NON SAPERE UNA PAROLA NELLA LINGUA LOCALE
È sempre buona casa sapere quelle due paroline da sguainare al momento giusto con la gente del posto. I locali si fanno sempre due risate quando con il nostro accento orripilante gli diciamo giusto un “buongiorno” e un “grazie”. Li conquistiamo in un attimo, ci dimostriamo aperte verso la loro cultura e soprattutto poniamo le basi per una piacevole conversazione.

errori da evitare in viaggio

12 commenti Aggiungi il tuo

  1. SaveandFly ha detto:

    Ottimi consigli!

    Mi piace

  2. Per noi che siamo viaggiatori questo post è utile. Il consiglio numero 3 nell’era di oggi è fondamentale, ma anche il numero 8 ha la sua importanza. Qualità sopra la quantità!

    Mi piace

    1. Esatto hai colto nel segno! Meglio vedere di meno ma viverlo di più!

      Mi piace

  3. Euge Nia ha detto:

    Sono d’accordo, è bello fare le foto in viaggio ma vivere il momento è la cosa più straordinaria che può regalarci l’emozioni e gioia! Ed è molto importante anche sapere almeno qualche parola nella lingua locale del paese in cui andate perchè si crea l’empatia con la gente e anche perchè è così interessante di saper parlare la lingua straniera! Quindi ti dico ‘Privet’ nella mia lingua (sarebbe russa) che significa ‘Ciao’ da te! 🙂

    Mi piace

    1. Ecco vedi mi hai fatto imparare una parola nuova, penso sia il caso quindi di andare finalmente a visitare San Pietroburgo😉 E complimenti per il tuo italiano!!!

      Mi piace

  4. Euge Nia ha detto:

    Grazie mille! 🙂 Non dimenticare di visitare Mosca, la capitale è ancora più bella 😉

    Liked by 1 persona

  5. Katia ha detto:

    Hai ragione, quando si è in vacanza, non va bene attaccarsi al cellulare o fare sempre foto, bisogna godersi l’attimo altrimenti partire per una destinazione mi sembra sprecato ed è un peccato. I viaggi sono fatti per viverli al 100 %

    Mi piace

    1. Io se mi attacco a chattare al cellulare mi partono le ore come niente 😀 Va bene rendere partecipi amici e parenti ecc, ma a tutto c’è un limite!

      Mi piace

  6. Elle Estenvoyage ha detto:

    Il ragazzo del saluto al bar sul treno mi ha fatto morire dal ridere!! Solo bagaglio a mano appena letto… Parla dei viaggi e della vita, immancabile

    Mi piace

    1. Ahahah è successo davvero! Io pensavo a un guasto del treno invece era questo disgraziato che semplicemente voleva fare un salto al bar. E la gente che lo chiamava dal vagone per farlo risalire 😂

      Mi piace

      1. Elle Estenvoyage ha detto:

        Fantastico… 🙂

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...