Si può viaggiare anche a casa propria

“Scusa se te lo dico, ma tu non puoi apprezzare le cose solo quando sei in un altro Paese”. Con questa frase che con la freddezza di una ghigliottina mi è cascata dritta dritta tra capo e collo, una mia amica mi ha fatto notare che quando sto in Italia dovrei avere lo stesso entusiasmo che ho quando sono dall’altra parte del mondo. Gli occhi sono gli stessi, è lo sguardo a essere diverso. Ma alla fine, la bellezza non è sempre bellezza, ovunque tu sia? Peccato che delle volte ti ci abitui. Ma non è solo quello.

E non posso manco dirle “Ma tu CHE NE SAI?!?!?”, non posso arrampicarmi sugli specchi e non posso usare la mia arma segreta (confonderla con un “E questo cosa c’entra?” prendendo tempo per trovare la risposta che le chiuda la bocca). Purtroppo è una di quelle amiche con le quali non ho difese, perché mi legge come un libro aperto.
Stavamo facendo una passeggiata in montagna sopra Bellagio, da cui manzonianamente si vedono i due rami del lago di Como. Una vista della Madonna insomma, e io non facevo altro che parlare dei miei viaggi futuri, di dove voglio andare, i Paesi che mi fanno scalpitare e via dicendo. Così mi ha detto: “Ma perché non ti guardi intorno e non apprezzi quello che vedi QUI ADESSO, che è bellissimo?”. Cazzo se ha ragione. Fossi stata in Irlanda mi sarei seduta a guardare il panorama e sarei andata in mistica.

viaggiare a casa propria

Lo stesso a Milano, la mia città. Lei abita in Brianza, e quando viene a trovarmi e andiamo in giro, sembra me quando sono a Parigi: ESTASIATA. “Guarda quel negozio… nooo ma guarda sto palazzo… ma che bello!”. Io non li vedo nemmeno. Come se il fatto di abitare in un posto lo spogliasse automaticamente della sua bellezza, ai miei occhi per lo meno. Così ho cominciato a guardarmi intorno come lei, e tutto ha preso un’altra piega.
Questo mi ha fatto ragionare un bel po’. Perché il bello deve stare sempre da un’altra parte? Io purtroppo ho un vizio bruttissimo, che è quello di pensare che chissà dove – ma certo non qui – c’è qualcosa di più bello/divertente/emozionante.

Me la racconto dicendo che mi piace viaggiare, e che ho sempre bisogno di avere a che fare con culture diverse, paesaggi diversi, facce diverse, perché tutto ciò che non c’entra nulla con quello cui sono abituata mi arricchisce, mi esalta. E questo è vero, e va bene, però dall’altra parte penso sia profondamente sbagliato lavorare 11 mesi l’anno pensando “al viaggio”, a quell’unico mese in cui puoi fare davvero quello che ti piace. Che vita di merda. Io l’ho fatta per un bel po’ di tempo, poi mi sono ribellata a me stessa. Pensavo “tanto quest’estate parto”. Grazie, e il resto dell’anno come vivevo? In attesa, senza gustarmi quello che avevo sotto gli occhi.

La vita è dove la vivi, punto e basta. E dura dodici mesi, non il tempo di un viaggio . Su questo ho lavorato molto. Però ogni tanto ci ricasco, pensando che in Papuasia ci si diverta di più, che a Curaçao ci si innamori di più ecc ecc ecc. Il viaggio deve essere un arricchimento, non una fuga da una vita che non piace. Per cui, rimboccarsi le maniche e aprire gli occhi, questo bisogna fare, guardando tutto quello che ci sta attorno con l’entusiasmo della viaggiatrice. E facendo tutto con lo stesso entusiasmo. Fare quelle cose che di solito sono relegate al mood vacanza. Non so, nel mio caso ad esempio concedermi una colazione luuuunga e guduriosa nel weekend, uscire con la macchina fotografica per cogliere l’attimo, essere sempre pronta a fare due chiacchiere con gli sconosciuti (io dico NO al milanese imbruttito). E soprattutto stupirmi, sempre e comunque, vedere tutti i colori. La vita grigia lasciamola a qualcun altro.

viaggiare a casa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...