Trovare alloggio all’estero con Beroomers

Grazie al mio blog per assurdo sono io la prima a scoprire cose nuove! Non sapevo nulla di Beroomers: questa piattaforma globale online (una volta tanto non americana ma spagnola) è nata nel 2013 per aiutare studenti e giovani professionisti a trovare un’abitazione all’estero per un periodo più o meno lungo. Ed è possibile fare tutto comodamente da casa, evitando di partire in anticipo per cercare alloggio, risparmiando così tempo e denaro! Erasmus, stage, l’importante è partire e non dormire sotto un ponte giusto?

beroomers trovare alloggio all'estero
Photo credit: http://www.beroomers.com

COME SI PRENOTA?
Ovviamente la prima cosa da fare è specificare destinazione e periodo. Non c’è una durata minima, dipende principalmente da chi fornisce l’alloggio e dal periodo dell’anno. Il secondo step è scegliere il tipo di abitazione fra diverse opzioni: una stanza in appartamento insieme ad altri studenti, in una famiglia, in una residenza universitaria, oppure un appartamento tutto per sé. La ricerca può essere fatta in base a un indirizzo di interesse (quello dell’università che si frequenta per esempio), comodissimo quando si sa poco della città in cui si andrà.
Appaiono quindi tutte le offerte con le varie le info (posizione, numero bagni, camere totali, addirittura la distanza dalla location scelta). Una volta scelta la magione, Beroomers invia tutti i dettagli per il check in.
La cosa figa è che si può entrare in contatto con i futuri coinquilini per saperne di più. Inoltre, è possibile chiarirsi qualsiasi dubbio contattando Beroomers via Whatsapp, email o Skype.

beroomers trovare alloggio
Photo credit: http://www.beroomers.com

COME AVVIENE IL PAGAMENTO?
Via PayPal e carta di credito. L‘ammontare per il primo mese di affitto, insieme alle commissioni del sito, è addebitato dopo la conferma della richiesta online (in massimo 2 giorni lavorativi), mentre il trasferimento del denaro avviene solo dopo il check in e con la certezza sia tutto ok. All’arrivo, si firma il contratto con chi fornisce l’abitazione e gli si dà il deposito, che restituirà direttamente alla scadenza dell’affitto.

I Paesi coperti al momento non sono moltissimi, ma Beroomers pare una piattaforma destinata al successo, e quindi si prevede un incremento costante.
A
ttualmente si può comunque trovare alloggio in quasi tutti i continenti:
– Europa: Spagna, Germania, Portogallo, Italia, Gran Bretagna, Francia, Ungheria, Bulgaria e Svezia
 America: Stati Uniti (parecchie localittà), Argentina, Colombia, Ecuador, Perù, Messico
 Africa: Marocco e Tunisi
 Asia: Emirati Arabi e Nepal

Quindi, se siete gggiovani e avete in preventivo un viaggio all’estero, Beroomers pare una valida alternativa ai classici annunci immobiliari, o peggio ancora a quelli appesi in bacheca. Ovviamente c’è sempre Airbnb, che però è più su misura per il turista.
Vorrei solo capire se c’è un limite di età per chi si sente studente dentro ma si è laureato anni e anni e anni fa…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...